Welcome to Chilly Theme

Sea summo mazim ex, ea errem eleifend definitionem vim. Ut nec hinc dolor possim mei ludus efficiendi ei sea summo mazim ex.

Archive May 26, 2020

Fine occupazione del Palazzo di Città

Fine occupazione del Palazzo di Città

Dopo aver “occupato” per 3 settimane il municipio di Niscemi, il sindaco La Rosa ha consegnato al Movimento No Muos Sicilia e ad altri soggetti i documenti relativi all’installazione del MUOS nella Sughereta, area SIC, relativi al periodo 2006-2012. La ricerca della verità ci ha sempre imposto di chiarire al nostro interno le responsabilità istituzionali, innanzitutto locali, che hanno permesso questo scempio ambientale e contro la salute pubblica.

Solo da cittadini veramente liberi potrà risorgere la nostra terra e la nostra calpestata sovranità. Raggiunto i nostro primo obiettivo da domani torneremo a presidiare le vie d’accesso alla base Us Navy di c.da Ulmo.

In merito alle dichiarazioni di Crocetta riportate dalla stampa

In merito alle dichiarazioni di Crocetta riportate dalla stampa

Apprendiamo con profondo dispiacere che il neo-eletto Presidente Crocetta non rispetterà né l’impegno assunto in campagna elettorale, né la propria firma posta in calce alla nostra petizione popolare mirante alla revoca delle autorizzazioni.

Questo è quanto emerge dalle sue dichiarazioni circa l’incarico che intende dare all’Istituto Superiore della Sanità. Non riusciamo davvero a capire come il parere emesso sulle 41 antenne preesistenti possa incidere sulla valutazione della pericolisità del M.U.O.S. che potrebbe essere ultimato nelle prossime ore.

Non si può, altresì pensare che l’Istituto possa dare un parere scientificamente fondato, partendo dai rilevamenti già effettuati dall’ ARPA, che non rispettano le norme di legge. Altro sarebbe se i rilevamenti venissero effettuati ex novo, con l’impianto alla massima potenza e sotto la supervisione di un tecnico ARPA all’interno della base, come prescritto dalla vigente normativa.

L’unico effetto di questa azione sarà solo quello di dilatare i tempi permettendo l’ultimazione dei lavori all’interno della base NRTF-8. Il ”Sindaco dei siciliani” sembrerebbe, in tal modo, sottrarsi alle proprie responsabilità e alla parola data, dismettendo le vesti del ”rivoluzionario” e defilandosi cortesemente senza prendere le “decise” posizioni che aveva promesso.

Ci auguriamo vivamente che riveda le sue affermazioni, dettate probabilmente dalla scarsa informazione. Come pensare di poter controllare reazioni e quant’altro, quando nelle nostre orecchie ancora riecheggia il suono delle parole di una sua dichiarazione, riguardo al Muos, ricca di significati “espressi” e non fraintendibili? Eccola: “Sono convinto che è dovere del nuovo Presidente della Regione revocare le autorizzazioni senza mezzi termini.”